Ecco perché il Governatore della Banca d’Inghilterra è „molto nervoso“ nei confronti di Bitcoin

Il Governatore della Bank of England, Andrew Bailey, è stato a lungo un critico della Bitcoin e della crittografia, offrendo in passato commenti sprezzanti sul valore intrinseco dei beni digitali.

Ora ha raddoppiato questa critica, notando che è „molto nervoso“ per le persone che acquistano il Bitcoin Code e cercano di usarlo come mezzo di transazione a causa della sua immensa volatilità.

Bailey ritiene inoltre che la crittovaluta di riferimento manchi di valore intrinseco e che il suo massiccio tetto di mercato e il suo valore derivi solo dal suo „valore estrinseco“.

Questa critica arriva solo pochi mesi dopo aver affermato che la Bitcoin non ha „alcuna connessione con il denaro“, aggiungendo che gli stablecoin – se regolati e mantenuti allo stesso standard della valuta fiat – mantengono una certa promessa.
Il governatore della BoE afferma di essere „molto nervoso“ riguardo al Bitcoin

Secondo un recente rapporto della Reuters, il Governatore della Banca d’Inghilterra – che si dà il caso sia un critico esplicito della criptovaluta e del Bitcoin in particolare – ha affermato di essere particolarmente nervoso per gli individui che cercano di effettuare transazioni in BTC.

Egli afferma che il valore incerto e in continua evoluzione della crittovaluta di riferimento rende rischioso l’uso di questa moneta come mezzo di pagamento, aggiungendo che essa manca di valore intrinseco.

Durante una sessione di domande e risposte con il pubblico, ha detto:

„Devo essere onesto, è difficile vedere che il Bitcoin ha quello che noi tendiamo a chiamare valore intrinseco… Può avere un valore estrinseco nel senso che la gente lo vuole“.

Non si tratta di un cambiamento radicale nel sentimento di Bailey nei confronti della classe di beni borghesi, in quanto ha già dichiarato che il Bitcoin e i suoi pari sono „inadatti al mondo dei pagamenti“ e delle transazioni.

Ecco cosa pensa la Banca d’Europa delle monete stabili

Nonostante sia ribassista sulla Bitcoin, Bailey non si oppone a tutte le forme di criptovaluta, come ha affermato in passato che le monete stabili hanno una certa promessa.

Detto questo, egli pensa che possano essere una valida alternativa alla fiat moneta solo se sono disciplinate dalle stesse regole e normative.

„Se le monete stabili devono essere ampiamente utilizzate come mezzo di pagamento, devono avere standard equivalenti a quelli che esistono oggi per altre forme di pagamento…“.

Anche se potrebbe passare un po‘ di tempo prima che le monete stabili decentralizzate e altre forme di criptovaluta siano ampiamente adottate come mezzi di pagamento, molte banche centrali stanno cercando di muoversi verso forme digitalizzate di moneta fiat.

Un recente titolo del Bloomberg Terminal recita addirittura „Lagarde: la BCE „Molto seriamente“ guardando all’euro digitale“.